Articoli taggati :

albergo

Alla scoperta de La Piana dei Mulini 1024 485 Molise Eccellenze

Alla scoperta de La Piana dei Mulini

Lo splendido scenario naturalistico, il rustico fascino delle architetture in pietra immerse nella rigogliosità del parco della valle del Biferno, la premura per i particolari e la cura per l’ospite: questo e tanto altro rendono La Piana dei Mulini un luogo ricercato ed ideale per piccoli e grandi eventi, celebrazioni, matrimoni e riti civili che si affiancano all’attività alberghiera e ristorativa.

Sorge sul fiume più lungo del Molise un mulino intorno al quale, pietra dopo pietra, a partire dal lontano Settecento, si sono affiancati altri edifici volti alla lavorazione della lana delle greggi che percorrevano gli antichi sentieri locali della transumanza. Caduta in disuso tale pratica, motore economico della regione fino alla metà dell’Ottocento, parte del complesso venne trasformato in una centrale idroelettrica che forniva energia ai comuni limitrofi di Colle d’Anchise e Baranello. Una catena di montaggio ininterrotta fino agli anni ’60, quando la centrale fu dismessa e il complesso abbandonato. Ed è da queste radici che nel 2000 il comune di Colle d’Anchise e la Regione Molise hanno riqualificato la selva impenetrabile e le rovine degli antichi edifici, trasformando l’antica borgata in un magnifico parco, custode di specie rare e ricco di flora e fauna locale. Per le sue specificità naturali, infatti, il parco è stato dichiarato Sito di Interesse Comunitario (SIC), tant’è vero che è stata recentemente riscontrata, addirittura, la presenza della lontra, un animale molto sensibile all’inquinamento e alla presenza umana e, quindi, segno di una incontaminata purezza dell’ambiente fluviale.

Oggi, La Piana dei Mulini racconta la storia della rinascita di uno dei più grandi e importanti opifici preindustriali dell’intera Regione Molise, un simbolo di resilienza storica e multifunzionalità, attraverso cui si continua ad offrire un viaggio nelle tradizioni enogastronomiche molisane. Ogni ingrediente ha una storia da raccontare e ogni piatto segue il ciclo delle stagioni, senza mai tralasciare l’identità territoriale molisana: ancora oggi, pizza e minestra, il più tradizionale dei piatti molisani, è preparato seguendo l’antica ricetta, raccontando la sua storia ai clienti. Ma non solo: i formaggi della transumanza, i salumi delle tradizioni, frutta e verdura di stagione, l’olio extravergine degli oliveti secolari, il vino Tintilia, la pasta fresca preparata in cucina con le farine macinate a pietra e il tartufo pregiato della valle del Biferno.

Un’offerta molto appetibile per chi desidera conoscere il Molise oppure per chi vuole tornare a respirare le sue antiche tradizioni, arrivando anche a toccarle con mano attraverso i diversi workshop di cucina locale e tradizionale organizzati per gruppi di turisti nazionali e internazionali, al fine di divulgare la cultura enogastronomica regionale.

L’idea di offrire ai turisti un soggiorno non convenzionale, legato ai tempi e agli stili di vita locali, è stata il motore propulsore grazie a cui ha preso vita nel 2022 l’albergo diffuso, una formula alberghiera che valorizza il territorio, recupera gli antichi edifici, tutela il paesaggio e che rappresenta uno dei nuovi trend del turismo. Tuttavia, La Piana dei Mulini è un albergo diffuso “speciale” e unico nel suo genere (socio dal 2015 dell’Associazione nazionale Alberghi Diffusi), definito “di campagna”, nonché l’unico in Italia, perché non è situato all’interno di un borgo, come normalmente avviene per aziende di questo tipo, ma recupera l’agglomerato rurale intorno allo storico mulino. Tra l’altro, essendo ancora visibili le antiche tracce del mulino e della centrale storica, alcuni ambienti del sito sono tutelati dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali in qualità di bene storico e sono adibiti a spazi museali, grazie anche alla presenza di un mulino con macine a pietra ricostruito per scopi didattici all’interno degli spazi storici del mulino settecentesco.

Un gioiello verde tutto da scoprire, immerso nel cuore del Molise e che rappresenta un rarissimo esempio di complesso archeologico industriale ben conservato e rivitalizzato grazie alla collaborazione tra pubblico e privato.

Per saperne di più: La Piana dei Mulini